Le isole Borromee costituiscono un prezioso arcipelago situato nel Lago Maggiore, abbracciate da un grande golfo, chiamato Golfo Borromeo, da cui si affacciano le note località di Stresa, Baveno e Verbania. 

L’arcipelago è costituito da 3 meravigliose isole più grandi: Isola Madre, Isola Bella e lIsola dei Pescatori Superioree 2 isolini l’Isolino di San Giovanni, situato di fronte Pallanza a pochi metri di distanza dalla riva, ed infine lo Scoglio della Marghera o Isolino degli Innamorati, tra l’isola Bella e l’isola dei Pescatori. 

.

Fotografia delle isole borromee

ISOLA MADRE

L’Isola Madre è la più grande isola dell’arcipelago e si trova proprio al centro del Golfo Borromeo, tra la riva di Baveno e Pallanza. Si estende per una superficie di 7,8 ettari, occupata per lo più da suggestivi giardini, dovuto alla presenza di un microclima quasi tropicale ed esotico, ed è proprio per questa ragione che già nel XVIII secolo era considerata un luogo di pace e riposo.

• Il giardino più vasto è l’antico Giardino Inglese botanico, realizzato ai primi dell’800, noto per le sue rare essenze vegetali provenienti da diverse parti del mondo e per la fauna che la abita. Oggi, il giardino è caratterizzato da terrazze che permettono ai visitatori di poter sostare e ammirare le bellezze che la governano come la molteplicità di uccelli variopinti, tra cui pavoni, fagiani cinesi, pappagalli, e oltre alle autentiche e rare piante subtropicali e fiori esotici, ritroviamo anche il bicentenario cipresso del Kashimir e la palma Jubaeae Spectabilis.

• L’isola è inabitata ma presenta un elegantissimo e sontuoso palazzo, il Palazzo Borromeo, risalente alla famiglia Borromeo, che agli inizi del Novecento decise di trasformarla in albergo ed affittarlo privatamente ad una clientela molto ristretta e selezionata e solo successivamente destinarlo al godimento del pubblico. Al suo interno ritroviamo: il salone di Ricevimento, la sala delle Stagioni, il Salotto Veneziano, la Biblioteca, la sala delle Battaglie, la Sala dei Papi, la Sala delle Bambole, e la Sala dedicata a teatrini di antiche marionette.

Vista dall'alto dell'isola madre delle isole borromee

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

ISOLA BELLA

L’isola Bella si trova a 400 metri di distanza dalla località di Stresa. E’ un’isola molto caratteristica, in quanto costituita da un lato, da un imponente edificio in stile barocco e dall’altro, un grande giardino barocco, tipico esempio di ‘giardino all’italiana” seicentesco, sviluppato in altezza grazie alla presenza di 10 terrazze.

Vista dall'alto dell'isola Bella

Quest’isola è una fusione di bellezze naturali e artificiali:

• il parco è una vera e propria oasi di pace, ricca di fontane, statue e decori architettonici. Il monumento più importante è il Teatro Massimo, dove ritroviamo le personificazioni dell’Arte e della Natura, proprio ciò che anima questo lembo di terra. Alle spalle di quest’ultimo vi è il Giardino d’Amore con siepi e grandi alberi, che si affaccia direttamente sul lago.

Teatro Massimo dell'isola Bella
  • Il Palazzo Borromeo, è un’elegantissima dimora, in stile barocco. Le stanze più affascinanti sono: la Sala del Trono, la Sala delle Regine, la Sala di Napoleone e la Sala della Musica.

ISOLA DEI PESCATORI o SUPERIORE

L’isola dei Pescatori è la più piccola tra le isole. E’ situata a pochi metri dalla riva come l’isola Bella ed è separata da quest’ultima da uno scoglio, lo scoglio di Manghera. Essa è l’unica tra le isole a non appartenere al casato Borromeo e ad essere abitata durante tutti i mesi dell’anno, infatti il suo nome deriva proprio dall’attività lavorativa dei suoi abitanti. E’ caratterizzata da un piccolo villaggio di circa 50 abitanti. Caratteristiche di quest’isola sono le case a più piani allo scopo di sfruttare al meglio il poco spazio disponibile, e i lunghi balconi utilizzati dagli abitanti per essiccare il pesce.